Scrivere #9 – Da dove comincio?

Dalla fine non è affatto male. Iniziare pensando e scrivendo la scena più importante a cui si deve arrivare mi è più congeniale. C’è chi preferisce partire dall’incipit, ma io non mi ci ritrovo perché se inizi dall’incipit è un po’ un viaggio verso l’ignoto. È facile arrivare a un punto dove non si sa più dove andare a parare: secondo me iniziare dall’incipit è la via più semplice per andarsi a incartare. Invece decidere da subito dove arrivare ci permette di scrivere tutto in maniera funzionale alla meta da raggiungere. Poi nessuno ci vieta di scrivere dopo qualcos’altro. L’evento topico non è la fine del libro, ma la scena madre. Quindi non si rischia di annoiarsi perché si sa già come finisce, visto che dopo questa possono arrivare le riflessioni, la chiusura e tante altre cose che possiamo focalizzare bene solo dopo aver passato un po’ di tempo con i nostri personaggi. Sapere dov’è il traguardo può aiutare.

Prossimo appuntamento, giovedì 5 maggio: Scrivere #10 – Tagliare e conservare